Riabilitazione da protesti su titoli di credito

assistenza a 360°

I titoli di credito (assegno bancario, vaglia cambiario e cambiale tratta) vengono tutelati dal legislatore, al fine di garantire la certezza dei rapporti economici.
Il protesto è l’atto pubblico con il quale viene dichiarato, da parte di un notaio o da un ufficiale giudiziario, il mancato pagamento di una certa somma di denaro indicata in un assegno o la mancata accettazione della cambiale.
Una volta elevato il protesto per ottenerne la cancellazione, il debitore deve pagare il proprio debito e ha bisogno del provvedimento di riabilitazione del tribunale competente.
Per l'ottenimento del decreto di riabilitazione deve essere presentata apposita domanda al Tribunale di residenza, corredata dai documenti giustificativi.
Ottenuto il decreto di riabilitazione dal Tribunale, l'interessato può rivolgere istanza di pubblicazione del decreto di riabilitazione con conseguente cancellazione alla Camera di commercio del luogo di levata del protesto.
Il nostro Studio presta alla propria clientela, assistenza per l’ottenimento del decreto di riabilitazione e per la conseguente cancellazione dal Registro informatico dei protesti.